Tutti i segreti della “Famiglia Connessa”: dai nativi digitali ai surfisti silver, ecco cosa fanno gli italiani in rete


Lettura delle mail, social network e shopping online…non hanno età.

Gli italiani passano una media di quattro ore al giorno su Internet dai propri computer, due ore e venti minuti dagli smartphone, e due ore dai tablet. Il picco massimo di connessione si registra nel tardo pomeriggio da computer e tablet.

Lo rileva una ricerca PayPal Insights, realizzata da Ipsos, che analizza le diverse abitudini degli Italiani a proposito di shopping online e attività in rete.

La ricerca è stata soprannominata “La famiglia connessa” in quanto i risultati hanno rilevato 4 categorie di utilizzatori coincidenti con diverse fasce d’età che descrivono i comportamenti adottati dai diversi componenti di un’immaginaria famiglia italiana quando navigano in rete.

Gli uomini tendono ad avere più di un dispositivo rispetto alle donne: Il 68 % degli uomini ha un computer fisso contro il 57% delle donne; Il 62% degli uomini ha uno smartphone contro il 55% delle donne;      Il 26% degli uomini ha un tablet rispetto al 17% delle donne; Il 42% degli uomini ha una console di gioco rispetto al 34% delle donne.

I principali motivi per cui si accede a Internet sono: controllare le eMail, leggere notizie e accedere ai social network.

Per quanto riguarda le altre attività svolte in rete dagli italiani, dalla ricerca emergono alcune differenze tra le preferenze di uomini e donne. Le signore, infatti, sono maggiormente dipendenti dai social network (65% contro il 54% degli uomini). Sono anche più interessate a cercare informazioni sulla salute rispetto agli uomini (41% contro 27%).

Gli uomini, invece, sono più interessati a utilizzare servizi finanziari (54% contro 47%), controllare i risultati sportivi (42% contro 17%), e scaricare contenuti multimediali (musica/film/TV) (31% contro 24%). In minor misura, gli uomini cercano maggiormente appuntamenti su internet, sebbene si parli solo di un 13% di uomini contro l’8% di donne che accede a internet.

Nel 2012 il 63% degli intervistati tra i 18 e i 54 anni ha fatto un acquisto  su internet. Guardando i motivi per cui gli italiani navigano in Internet, possiamo identificare due differenti modi di “utilizzare” la rete: il primo può essere definito “utilitario” ed è proprio di chi è cresciuto in un mondo senza internet, spesso identificati come “migranti digitali”; il secondo modo è quello “all digital”, proprio dei giovani che appartengono alla generazione identificata come “nativi digitali”.

Su questa base, si identificano quattro tipologie di persone all’interno della ‘La Famiglia Connessa’:

  • Nativi Digitali (18-24 anni)
  • Giovani Adulti Connessi (25-34 anni)
  • Migranti Digitali (35-44 e 45-54 anni)
  • Surfisti Silver (dai 55 anni in su)

5 prodotti più acquistati online dagli italiani:   Viaggi (38%); Libri (28%);    Abbigliamento (25%); Biglietti di eventi (20%); Bellezza e cosmesi (19%).

La ricerca ha rilevato che lo shopping online si posiziona al settimo posto tra le attività preferite in Italia, seguita al quinto e sesto posto da servizi finanziari e  informazioni sulla politica. Per quanto riguarda la differenza tra sessi riguardo allo shopping online, in Italia viene praticato dal 48% degli uomini contro il 52% delle donne.

Il mobile commerce sta crescendo come un sotto-settore dell’eCommerce. Gli intervistati hanno differenti opinioni riguardo a smartphone e tablet: gli smartphone sono utilizzati per comodità ma non sono piacevoli (lo schermo piccolo è il principale difetto), mentre i tablet risultano maggiormente divertenti e gradevoli.

Lo shopping transfrontaliero è un’attività piuttosto comune principalmente perché si trova una più ampia selezione di prodotti e prezzi competitivi. Più della metà dei consumatori, infatti, visita un sito straniero per fare acquisti.

I cosiddetti “nativi digitali” possiedono di norma un computer portatile (83%), uno smartphone (79%), una console (58%) e utilizzano Internet per un’ampia gamma di ragioni.

Rispetto agli altri membri della famiglia, utilizzano Internet soprattutto per motivi sociali: 8 su 10 usano Internet per i social network (79%) molto più degli altri membri della famiglia.

Oltre ai social network, le altre attività preferite dai nativi digitali sono: live streaming (70%), downloading (54%), giochi online (45%), messaggistica istantanea (40%) e chat room (30%). Accedono a Internet per fare ricerche per la scuola, per trovare lavoro (61%) o informazioni sulla salute (40%). Il componente più giovane della famiglia è anche quello che fa maggiormente web development (30%).

Anche i giovani adulti connessi privilegiano i computer portatili (83%), gli smartphone (74%) e le console di gioco (43%). 1 su 4 possiede un tablet (26%).

Grandi utilizzatori di internet, di poco inferiori ai nativo digitale, i giovani adulti si connettono principalmente per i social network (62%) e per la messaggistica istantanea (31%). Più bassa la percentuale di download di prodotti culturali (40%) così come i video in live streaming (55%).

Per quanto riguarda lo shopping online, 6 italiani su 10 tra i 25 e i 34 anni acquistano prodotti in rete (61%), dato maggiore rispetto al gruppo precedente. Acquistano principalmente viaggi (41%), libri (33%), biglietti di eventi (28%), abbigliamento (24%), prodotti di bellezza e cosmesi (20%) e scarpe (18%).

Sono quelli che in famiglia “bloggano” maggiormente (33%), utilizzano Internet per fare ricerche di lavoro (53%) e scommettono (18%).

Tutti i migranti digitali possiedono un computer: il 76% tra i 35 e i  44 anni preferisce il laptop, mentre il  73% di chi ha dai 45 ai 54 anni predilige il  computer fisso.

Questa categoria comprende meno possessori di smartphone (66% di coloro che hanno tra i 35 e i 44 anni, contro il 53% di chi ha tra i 45 e i 54 anni). Percentuale che diminuisce per quanto riguarda il possesso di un tablet, con solo 1 su 5 migranti digitali forniti (21%).

Hanno un atteggiamento nei confronti di Internet simile rispetto alle generazioni più giovani: le attività principalmente svolte riguardano email, servizi bancari e notizie online.

Gli italiani dai 55 anni in su (surfisti silver) possono essere considerati altrettanto digitali. I senior non sono multi-connessi ma navigano: infatti, sebbene solo il 31% di loro possegga uno smartphone e il 10% un tablet, il 100% possiede un computer (il 68% ha un modello fisso).

Il 78% dei surfisti silver naviga prevalentemente per leggere le notizie online, la metà usa internet per i social network e circa 1 su 4 fa blogging (23%).

Il 24% degli italiani senior ha già utilizzato i giochi online, il 28% guarda contenuti in live streaming e il 18% scarica prodotti culturali. Sono anche amanti dello sport e utilizzano internet per controllare i punteggi (35%).

Escludendo la lettura delle mail, lo shopping online è l’attività su internet che accomuna tutte le generazioni di italiani, durante il 2012 il 63% degli intervistati tra i 18 e i 54 anni hanno acquistato online.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s